Lucia Annibali e l’acido di Travaglio

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Oggi il direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio ha scritto testualmente: “La legislatura che sta per essere sciolta (si spera nell’acido) è stata una delle peggiori della storia della Repubblica”. 

Oltre ad apparire forzatamente faziosa, purtroppo questa espressione di Marco Travaglio evoca un trattamento mafioso che lui, da studioso del fenomeno, dovrebbe conoscere bene. Chi non ricorda la tragica morte del piccolo Di Matteo “sciolto nell’acido” da spietati killer della mafia? Un episodio che ha lasciato il segno nella coscienza collettiva del paese, sconvolto da tanta violenza. Per non parlare dell’uso dell’acido per sfregiare i sentimenti non corrisposti o semplicemente per deturpare chi si vuole cancellare dalla propria vita. La cronaca ne è piena.



Un giornalista può usare espressioni simili?

È decisamente da irresponsabili. Mi chiedo l’ordine dei giornalisti che ruolo abbia se non richiama un comportamento simile. Comportamento che se ne infischia di qualsiasi deontologia professionale, oltre che del semplice buon senso. Il tweet è stato rimosso. Non si sa se cancellato dallo stesso Travaglio o rimosso da twitter in seguito alle segnalazioni degli utenti indignati.

A suggellare, questa giornata triste per il giornalismo italico, resta la risposta di Lucia Annibali che impartisce al direttore Travaglio l’ennesima lezione di stile. La sua risposta vale per tutti.





Redazione di Politica & Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Commenta questo articolo

23 Comments

  1. vlad 28/12/2017
  2. fost02 28/12/2017
    • Marco 28/12/2017
  3. Sara 28/12/2017
    • Marco 28/12/2017
    • giovanna mosti 29/12/2017
  4. Sara 28/12/2017
    • Marco 29/12/2017
    • Miche 30/12/2017
  5. Antonio 29/12/2017
    • Carlo 30/12/2017
  6. Manu 29/12/2017
  7. Nicola60° 29/12/2017
  8. Dino 29/12/2017
  9. Lucia 30/12/2017
  10. Massimiliano 30/12/2017
  11. Stef 30/12/2017
  12. Andrea 30/12/2017
  13. Daniela 30/12/2017
  14. adriana 06/01/2018

Leave a Reply