Rimborsi M5S, Giulia Sarti: “I soldi dei rimborsi me li ha presi il mio ex fidanzato”

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

“I soldi dei rimborsi me li ha presi il mio ex”, con queste testuali parole, la parlamentare del M5S Giulia Sarti avrebbe motivato l’ammanco di circa 20 mila euro dal suo contributo al Fondo per il Microcredito.

Dopo il servizio delle Iene che ha scoperchiato il caso “rimborsopoli”, Giulia Sarti non compariva comunque nell’elenco diffuso da Luigi Di Maio tra i furbetti” del rimborsino, ma in quello diramato dalle Iene. Dunque i sospetti su di lei non si sono mai assopiti.

La deputata Giulia Sarti si sarebbe dunque recata in commissariato per sporgere denuncia contro l’ex fidanzato,  “colpevole” a suo dire, di avere taroccato i suoi rimborsi ed esponendola pubblicamente alla rimborsopoli che ha travolto il Movimento 5 stelle.




La deputata Sarti ha allegato alla denuncia i bonifici effettuati dall’ex compagno nel 2014 (7 per una somma di 5.400 euro), nel 2017 (13 bonifici per un totale di 12.900 euro) e nel 2018 (5 bonifici per un totale di 5.400).

Nella denuncia si legge che Sarti controllava i bonifici e che mai aveva notato irregolarità.

Voglio precisare che Bogdan (l’ex fidanzato, ndr) mi aveva avvisato che non avrebbe fatto i versamenti in maniera puntuale perché quelle somme di denaro gli servivano urgentemente per curarsi ma ero convinta che avrebbe fatto i versamenti in un secondo momento. Non ho ancora modificato i miei codici di accesso nell’home banking. Mi riprometto di chiudere il conto al più presto. Ho chiesto a Bogdan spiegazioni sul denaro mancante ma lui si è giustificato dicendo che per motivi di salute gli servivano somme di denaro”.


Storyteller. Digital Strategist. Human. Ammiro la Comunità di Sant’Egidio.

Storie e segnalazioni, scrivere a danielecina1@gmail.com 

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Commenta questo articolo

Leave a Reply