Bimbo con epilessia: la maestra organizza i compagni per aiutarlo

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI
Un bambino di nove anni un giorno a casa ha un attacco. I genitori lo hanno subito portato in ospedale dove gli hanno diagnosticato l’epilessia. Terribile. Con i suoi attacchi improvvisi che scombussolano la vita di tutti i giorni.
A casa, ci sono i genitori. Ma che fare se il ragazzo viene colto da un attacco a scuola?
E così, la maestra Elena si è ingegnata e ha pianificato tutto con la collaborazione dei compagni di classe. Ogni minimo dettaglio. Tutti sanno cosa devono fare. Ognuno col suo piccolo compito, da eseguire il più rapidamente possibile.
Squadra e velocità sono tutto nei momenti di emergenza. Non solo in questa.
E così, Lia prende il farmaco.
Tommaso va a chiamare i bidelli.
Leo chiama gli insegnanti delle classi vicine.
Giulia prende il cuscino.
Gaia prende il cellulare dalla borsa della maestra.
E Diana assiste la maestra nelle operazioni di coordinamento.
Sono previsti anche i sostituti.
Oggi questi ragazzi sono pronti per aiutare il loro compagno in difficoltà in classe.
E lo saranno anche domani per aiutare altri, quando ne avranno bisogno, ovunque si trovino.
Che posto straordinario è la scuola?



Daniele Cinà

Storyteller. Digital Strategist. Human. Ammiro la Comunità di Sant’Egidio.

Storie e segnalazioni, scrivere a danielecina1@gmail.com 

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Commenta questo articolo

Leave a Reply