Il M5S nega la memoria di Carlo Azeglio Ciampi

Il M5S a Livorno ha negato di intitolare una rotonda a Carlo Azeglio Ciampi, ex presidente della Repubblica e livornese doc. Partigiano e uomo delle istituzioni integerrimo, di una cultura enciclopedica, un vanto e lustro per il nostro Paese.

La maggioranza in Comune del Movimento 5 Stelle dice NO alla rotonda in memoria di Carlo Azeglio Ciampi.

Respinta per 16 voti a 10 la mozione presentata dal Pd per l’intitolazione all’ex Presidente della Repubblica. Il sindaco Nogarin si è astenuto.

“Ciampi uguale poteri forti, amico delle banche, non merita niente”, questa l’infamia diffusa dagli untori del web a suggello del più imbarazzante revisionismo storico.
Siamo all’umiliazione della cultura e della Storia del nostro paese.
Nato a Livorno nel 1920 da un semplice negoziante e una insegnante di musica, Ciampi ha studiato dai gesuiti e poi alla Normale di Pisa.



Due lauree, una in Filologia classica e l’altra in Giurisprudenza.

Dopo aver insegnato per un po’ Lettere al liceo, vince il concorso ed entra in Banca d’Italia come semplice impiegato. Con la dedizione e la forza di volontà che lo hanno sempre contraddistinto, ha una carriera brillante facendo affidamento solo sul suo merito, bestemmia del nostro tempo. Alla fine sarà Governatore.

Mai una indagine, mai un processo. Nulla che ne possa offuscare la sua storia, personale e pubblica.


Eppure, siamo al revisionismo barbaro di biografie eccellenti.


Alla rivincita dell’incapacità e della rozzezza contro chi ha reso grande il nostro Paese con le proprie capacità.
Mala tempora currunt.

Daniele Cinà 



Esperto di comunicazione digitale, influencer, autore e regista TV. Segue le dinamiche della politica, e non solo. Si definisce “cinico filantropo”.

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

2 Comments

  1. Amilcare tafazzi gennaio 26, 2018
  2. Maurizio febbraio 16, 2018

Leave a Reply