A Torino incatenati per salvare il posto di lavoro

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Diversi dipendenti di Torino Musei oggi scendono in piazza per protestare. Incatenati davanti al Comune, alcuni lavoratori esasperati manifestano la propria contrarietà ai 28 licenziamenti decisi dalla Fondazione. Un Natale triste e amaro dunque per 28 famiglie che oggi non vedono più il proprio futuro. Il taglio ai fondi per la Cultura deciso dall’assessora Leon provoca così i primi disastrosi effetti. Dopo un estenuante incontro tra i vertici e il sindacato a margine della protesta, forse 10 lavoratori potrebbe essere riassorbiti dal Comune. Ma ancora nessuna certezza.

L’unica certezza dunque resta la mannaia contro il fondo per la cultura del Comune di Torino.

Un taglio di ben un milione e trecentomila euro al budget. Una riduzione non indifferente che è subito ricaduta sulla testa dei lavoratori, anello debole in una città che ha deciso da tempo di abbandonare la cultura. 





Storyteller. Digital Strategist. Human. Ammiro la Comunità di Sant’Egidio.

Storie e segnalazioni, scrivere a danielecina1@gmail.com 

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Commenta questo articolo

Leave a Reply