Di Battista e il NO alle Olimpiadi

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

L’improvvisazione andrà di moda

L’onorevole Di Battista racconta nel suo libro di avere deciso il NO alle Olimpiadi (un investimento di diversi MILIARDI di euro e migliaia di posti di lavoro) dopo aver consultato “una decina di persone: l’edicolante, il fruttivendolo del quartiere, un paio di parenti, un pensionato”

Che grande statista l’onorevole il pupillo di Beppe Grillo. Chissà se anche la Merkel prende così le sue decisioni. L’improvvisazione andrà di moda.

Speriamo bene.






Storyteller. Digital Strategist. Human. Ammiro la Comunità di Sant’Egidio.

Storie e segnalazioni, scrivere a danielecina1@gmail.com 

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Commenta questo articolo

Leave a Reply