Museo Egizio, Fratelli d’Italia vuole cacciare il direttore (VIDEO)

Qualche giorno fa Giorgia Meloni, la leader della formazione di destra di Fratelli d’Italia, ha organizzato una protesta contro il direttore del Museo Egizio di Torino, Christian Greco.

Motivo di tanta indignazione da parte di Giorgia Meloni e del suo partito sarebbe una speciale promozione che il Museo Egizio di Torino ha messo in campo per favorire l’integrazione fra culture diverse.

La campagna promozionale voluta dal direttore Christian Greco, denominata “Fortunato chi parla arabo” è una iniziativa temporanea rivolta esclusivamente a cittadini di lingua araba.

Museo Torino Meloni

Una promozione come le altre, valida esclusivamente dal 6 dicembre 2017 al 31 marzo 2018, che premia i partecipanti con un ingresso ridotto per due persone. Obiettivo dichiarato ufficialmente dallo stesso Museo è offrire il patrimonio museale con “la precisa volontà di avvicinare questa ricchezza a coloro che in esso possono trovare radici, identità e orgoglio“.

E dunque “stimolare la fruizione dell’offerta culturale della città per consentire ai cittadini di lingua araba di essere sempre più parte della comunità con cui hanno scelto di vivere e condividere il futuro”.

Si tratta della seconda edizione di questa particolare iniziativa: la prima edizione infatti, identica, era già stata lanciata l’anno scorso. Eppure, l’anno passato non aveva sollevato tutte queste polemiche. Probabilmente la campagna elettorale non risparmia nulla.

E così, Giorgia Meloni affronta con decisione il direttore del Museo Egizio che pubblicamente impartisce una lezione di civiltà a Giorgia Meloni.

Ma la lezione di civiltà impartita dal direttore del Museo Egizio non deve essere bastata. Anzi.

Il video del confronto tra Giorgia Meloni e il direttore del Museo Egizio di Torino è divenuto subito virale sui social network e deve avere infastidito non poco i vertici di Fratelli d’Italia. Tanto che ieri è partito un vero e proprio editto contro il direttore Christian Greco.

 “Una volta al governo Fratelli d’Italia realizzerà uno dei punti qualificanti del proprio programma culturale che prevede uno spoil system automatico al cambio del Ministro della Cultura per tutti i ruoli di nomina, in modo da garantire la trasparenza e il merito, non l’appartenenza ideologica” recita la nota diramata da Fratelli d’Italia.

Con questa nota ufficiale, Fratelli d’Italia promette dunque di rimuovere il direttore Christian Greco qualora il centrodestra dovesse vincere le elezioni. Un vero e proprio atto d’imperio che riporta agli anni più bui della storia italiana: il fascismo.




Va ricordato che il museo Egizio di Torino è una istituzione facente capo ad una Fondazione privata, non pubblica dunque, e  che seleziona i suoi dirigenti con bandi aperti. La nota quindi mostra anche un’evidente ignoranza istituzionale.

Al direttore del Museo Egizio di Torino, Christian Greco è arrivata la solidarietà del Ministro per i Beni Culturali Dario Franceschini.

In serata è arrivata la risposta del direttore del museo con un invito diretto a Giorgia Meloni.




Esperto di comunicazione digitale, influencer, autore e regista TV. Segue le dinamiche della politica, e non solo. Si definisce “cinico filantropo”.

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Leave a Reply