Gianpaolo Scafarto, carabiniere del caso Consip: “chiedo scusa alla famiglia Renzi”

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Giampaolo Scarfato, il carabiniere già indagato per falso, rivelazione d’atti d’ufficio e depistaggio per il caso Consip, dopo essere stato promosso, è stato pure nominato assessore alla legalità a Castellammare di Stabia da Forza Italia.

Oggi chiede scusa alla famiglia Renzi per l’indagine Consip, in una intervista a Repubblica di Antonio Di Costanzo.

“L’ho messo anche a verbale nel primo interrogatorio. Mi sono scusato non solo con i Renzi, ma con tutti quelli che involontariamente posso aver tirato in ballo nell’inchiesta” ha dichiarato Scarfato.

Scafarto tornato nell’occhio del ciclone mediatico dopo la nomina ad assessore alla Legalità nel Comune di Castellammare di Stabia, ci tiene però a precisare “non sono né imputato né condannato, diversamente avrei fatto altre valutazioni, ma so di essere innocente. Nella mia decisione di accettare l’incarico ha pesato, inoltre, il provvedimento del Riesame, confermato dalla Cassazione, che dice che nella mia condotta non c’è dolo e parla di errore involontario”.

politica e attualità

Redazione di Politica & Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Commenta questo articolo

Leave a Reply