Di Maio assume al ministero l’amica a 70mila euro l’anno

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Secondo quanto riportato da Pasquale Napolitano su Il Giornale,  Luigi Di Maio avrebbe nominato al Mise una giovane attivista di Pomigliano. Ignoto il suo curriculum.

Assia Montanino, 26 anni di Pomigliano D’Arco, sarà dunque la segretaria particolare di Luigi Di Maio con il gravoso compito di organizzare l’agenda, stabilendo priorità e urgenze, oltre a seguire il ministro dappertutto.

Attivista a 5 stelle di lungo corso, Assia Montanino è stata candidata alle passate elezioni, non risultando eletta. Una delusione che però è stata ricompensata con l’assunzione al fianco del vicepremier Di Maio. Del suo curriculum vitae però non c’è ancora traccia.

L’ex ministro Calenda aveva selezionato per lo stesso ruolo di segretario particolare David Maria Mariani, manager con diverse  esperienze, da Poste italiane a diverse multinazionali in Brasile e Argentina. Compenso annuo di 72.398,69.

Presumibilmente lo stesso compenso che prenderà Assunta Montanino e che scopriremo, una volta che al ministero verrano pubblicati CV e compenso. Al momento comunque non ce n’è traccia.

Sdegnata la reazione di Luigi Di Maio che ha affidato a Facebook il suo commento alla pubblicazione della notizia del Giornale:

“La dottoressa Assia Montanino l’ho conosciuta 5 anni fa. È la figlia di un commerciante che ha denunciato i suoi usurai e ho avuto modo di conoscerla quando sono stato a far visita al padre per portargli la mia solidarietà – continua Di Maio – era una giovane universitaria a cui decisi di dare una opportunità di tirocinio presso la mia segreteria di vice presidente della Camera. Negli anni si è distinta per la sua capacità di gestire situazioni complesse di segreteria. E posso assicurarvi che non ho mai conosciuto una persona più onesta e leale di lei” ha concluso il leader del M5S Luigi Di Maio.

Potete commentare e condividere questa notizia anche su Facebook.



Redazione di Politica & Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Commenta questo articolo

Leave a Reply