Condannata la moglie di Brunetta per aver diffamato Luca Lotti su Twitter

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Decreto penale di condanna e multa di 1500 euro per la moglie di Brunetta Titta Giovannoni.

A riferirlo il quotidiano Il Messaggero.

La vicenda risale al 2016, quando la moglie di Brunetta, iscritta su Twitter con il falso nome di Beatrice Di Maio, diffamò pesantemente Luca Lotti.

L’account di Beatrice Di Maio venne portato in Procura dall’allora sottosegretario alla presidenza del Consiglio Luca Lotti per numerosi tweet con offese pesanti e per questo motivo ritenuti diffamatori.

“Beatrice Di Maio” infatti non perdeva occasione per criticare pesantemente i ministri del governo Renzi e il PD, godendo di molto seguito soprattutto fra gli attivisti del Movimento 5 Stelle.

Ma a far perdere le staffe a Luca Lotti fu un tweet in particolare dove si dava del “mafioso” a diversi esponenti del Partito Democratico.

 

moglie di Brunetta

L’account venne chiuso dopo la denuncia. Ma la giustizia ha fatto il suo corso.

Oggi la condanna per questo tweet considerato diffamatorio.






 

politica e attualità

Redazione di Politica & Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Commenta questo articolo

Leave a Reply