Olimpiadi 2026: a Torino si spacca il M5S. Salta il consiglio comunale

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Frattura pericolosa nel Movimento 5 Stelle di Torino a causa delle Olimpiadi invernali del 2026.

Per la prima volta dal suo insediamento in Comune, una pesante spaccatura tra chi è favorevole e chi è contro le Olimpiadi invernali Torino 2026.

Nonostante il sostegno di Beppe Grillo che ha pubblicamente affermato che “Le Olimpiadi, sono un’occasione”, salta il numero legale sufficiente ad approvare la mozione pro Olimpiadi.

La stessa decisione di Beppe Grillo aveva fatto molto discutere essendo in totale controtendenza rispetto alla decisione presa sulle Olimpiadi di Roma, con la sindaca Raggi in prima linea contro l’evento sportivo, “sarebbe da irresponsabili”.



Una giravolta dunque che ha suscitare lo sdegno da parte di numerosi politici di Roma. Uno tra tutti, il deputato del PD, ed ex candidato sindaco Roberto Giachetti.


Niente da fare dunque.

Il Consiglio comunale di Torino salta perché mancano i numeri.

Presenti solo 20 su 41 (sindaca compresa) con il presidente Fabio Versaci a cui non è rimasto altro che sospendere la seduta.

La mozione a favore dei Giochi invernali 2026 presentata da Mimmo Carretta del PD ottiene dunque il risultato sperato: la frattura del M5S per la prima volta in consiglio comunale.






politica e attualità

Redazione di Politica & Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Commenta questo articolo

Leave a Reply